31 dicembre, 2008

Al "Parco dei Nebrodi" il Commissario straordinario incontra i giornalisti per un resoconto sulle attività svolte.


Incontro con i giornalisti, ieri, nella sede del Parco dei Nebrodi.
Il commissario straordinario Antonio Ceraolo, affiancato dal direttore Massimo Geraci e dal responsabile dell’ufficio stampa, Luigi Ialuna, ha tracciato un resoconto sulle attività e i progetti portati a termine nel 2008, ad un anno dall’insediamento. Tante le opere realizzate, anche all’insegna della solidarietà, in termini di servizi offerti agli utenti: area per i diversamente abili, percorso per non vedenti. Il commissario Ceraolo, inoltre, ha il merito di avere reperito le risorse finanziarie per l’istituzione del primo corpo di vigilanza dell’isola a servizio di un’area protetta.
Cinzia Scaglione
Nelle foto in alto: da sinistra, Luigi Ialuna, Antonio Ceraolo, Massimo Geraci.

I dirigenti del Parco dei Nebrodi con i giornalisti della carta stampata e delle Tv locali

28 dicembre, 2008

21 dicembre, 2008

L'inaugurazione del Castello Gallego - Prima e Seconda parte -


Sant'Agata Militello. Inaugurazione del Castello Gallego restaurato. 1^ Parte
from Ciro Scaglione.
(Clicca sul simbolo Play ed attendere il caricamento del video)
Seconda parte

Sant'Agata Militello - L'inaugurazione del Castello Gallego - 2^ P
from Ciro Scaglione.

Commenti:

RmPr2008 ha aggiunto un commento su Castello Gallego di Sant'Agata Militello 002:

Che schifo! La cosa che più fa orrore è che la distruzione del nostro patrimonio artistico viene persino pagata fior di quattrini. Cosa non si farebbe in questa nostra Sicilia massacrata per mandare al macero la bellezza che secoli di storia ci hanno consegnato! Ma non si tratta di degrado o incuria, la distruzione è stata perfino pianificata! Invece di passeggiare come delle pecore estasiate e annuire come dei coglioni di fronte al delirio di un folle, andate piuttosto a scuola, ignoranti!
Quoto in tutto RmPr2008. E' uno scempio. E' esteticamente e razionalmente inconcepibile. Questi architetti incapaci e pieni di sè, totalmente inadeguati quando si tratta di opere di recupero o restauro. Qualunque storico dell'arte con un minimo di buongusto inorridirebbe davanti a cotanta inettitudine. Immagino che le ragioni del portafoglio vengano prima di quelle del rispetto dell'arte e della storia: pensate a quanti catering s'impingueranno affittando queste IMBIANCATISSIME sale! Vergogna.

Anonimo ha detto...

forse non conoscete L'Architetto nuccio locastro di storia ne conoscie anche abbastanza e secondo me vi può insegnare anche a voi qualcosa che parlate sicuramente soltanto per invidia.
Arch. Complimenti
un suo ex studente
28/12/08 21:00

NOTA di cirosca
Normalmente non pubblico i commenti pervenuti da anonimi, ma questo di un ex studente (presumo delle scuole superiori e non delle elementari o delle medie) lo pubblico per i seguenti motivi:
  • Comincia a scrivere con la prima lettera minuscola, scrive in maiuscolo la elle prima di architetto (architetto andava scritto con la lettera minuscola), nuccio e locastro con le lettere iniziali (nome proprio di persona) maiuscole, Lo Castro (va scritto separato), conoscie (va scritto senza la i ). Insomma, una "caterva" di errori grammaticali e di sintassi. Se questo è stato o è un alunno dell'architetto Lo Castro, allora: "povera scuola italiana, anzi siciliana, anzi santagatese !!" E poi se qualche ministro vuole riformarla .... , tutti addosso ! Complimenti anche a te "ex studente ! Posso farti una domanda alla quale sicuramente non risponderai ? Eccola: " Hai smesso di studiare (ovvero ti sei ritirato) o sei già all'università e prossimamente avremo un laureato in più (spero non in medicina o in legge !)". Ho voluto e voglio essere buono perchè siamo nel periodo natalizio e voglio porgerti gli auguri per tutto, però.... comincia a studiare sul serio. Ciao!

16 dicembre, 2008

Concerto di Natale 2008 organizzato dalla Regione Carabinieri Sicilia, Compagnia di Sant'Agata di MIlitello.

Per il terzo anno consecutivo il Comandante della Compagnia Carabinieri di Sant'Agata Militello, Capitano Mario Costarelli e con la collaborazione del Sindaco del Comune ha fatto organizzare "Il concerto di Natale 2008". Nella sala dell' Auditorium del Museo dei Nebrodi, i militari dell'Arma, le rispettive famiglie e gli altri invitati hanno potuto ascoltare il Concerto eseguito dal Trio Orpheus, dal Nebrass Ensemble diretta dal M° Antonio Artino Innaria e dal Coro dell'Istituto "G.A. Cesareo" guidato dalla Prof.ssa Rosalba Caranna.


Concerto di Natale 2008
Clicca sul tasto Play per visualizzare la presentazione (attendere circa 4 secondi per il cambio delle foto).

Nuova emergenza spazzatura. I lavoratori senza stipendio. Presentata una denuncia ai carabinieri per "Insopportabile cattivo

Nuova emergenza rifiuti. Da giorni, l’immondizia trabocca dai cassonetti e invade i marciapiedi. In diversi punti del centro urbano, la situazione sta diventando insostenibile (vedi foto). Spazzatura_R
La discarica di Mazzarrà Sant’Andrea momentaneamente è inaccessibile (la viabilità è interrotta a causa di smottamenti verificatisi nei giorni scorsi). L’Ato Me 1 sta prendendo contatti con la società che gestisce l’invaso di Siculiana. Ma, rimane da risolvere la questione “pagamento stipendi arretrati” ai circa 180 lavoratori della società consortile Nebrodi Ambiente (che si occupa dei servizi ecologici per conto dell’Ato Me 1). Devono ancora percepire i salari di ottobre, novembre e la tredicesima. Gli animi sono accesi. Il Sindacato è preoccupato, perché se non verranno assunte decisioni concrete e ufficiali, potrebbe esplodere una nuova protesta. “Stiamo cercando di organizzare un incontro tra i lavoratori e i rappresentanti di Ato Me 1 ed Ati – spiega il rappresentante zonale della Cisl, Calogero Emanuele – la società d’ambito dovrebbe conoscere la somma da poter versare al gestore del servizio la prossima settimana. Ma, se ci fosse un impegno formale sull’accreditamento dei soldi, che siano 400 o 500 mila euro, la ditta potrebbe essere disponibile a retribuire i lavoratori, con la certezza di recuperare le somme. Intendo dire che non bastano le promesse, ci vogliono garanzie precise. Siamo preoccupati, perché i lavoratori non riescono più a sostenere la situazione”. Ormai periodicamente, questi operatori si trovano a dover fronteggiare condizioni di precarietà economica, a causa di ritardi eccessivi nei pagamenti degli stipendi. E nelle famiglie monoreddito, diventa difficile persino fare la spesa o raggiungere il posto di lavoro, quando il domicilio è distante dal luogo in cui si lavora. Giorni fa, lo stesso presidente dell’Ato Me 1, Laura Trifilò, da noi intervistata, aveva ringraziato i lavoratori della Nebrodi Ambiente per l’impegno profuso in occasione della scorsa emergenza rifiuti. Sebbene ancora senza stipendio, avevano raccolto in pochi giorni gran parte dei rifiuti accumulatisi a ridosso dei cassonetti. Ed ha promesso che farà il possibile affinché il Natale sia sereno per tutti. I lavoratori, però, chiedono certezze. Sono stanchi di aspettare.
________________________________________________________________
REAZIONI. Presentata una denuncia ai Carabinieri. "Insopportabile cattivo odore". ________________________________________________________________
La presenza dell’immondizia sulle strade ha spinto, nei giorni scorsi, il presidente del Club della Solidarietà Sociale, Giuseppe Cracò, a presentare formale denuncia ai carabinieri. Vengono evidenziati problemi di viabilità, a causa delle enormi masse di rifiuti attorno ai cassonetti di raccolta e su parte delle carreggiate. E soprattutto, di cattivo odore emanato dalle cataste di rifiuti. “Tutto questo potrebbe incidere sulla salute di coloro che vivono in abitazioni adiacenti ai cassonetti – afferma Cracò – tra l’altro, questo stato di degrado potrebbe causare ripercussioni negative dal punto di vista turistico e del commercio, in un periodo natalizio rilevante per quanto riguarda il fattore economico di entrambi i settori. Poi, le condizioni climatiche sfavorevoli di questi giorni rendono ancora più difficile la situazione, con questi rifiuti vaganti che si depositano sul manto stradale e dietro le porte delle case, determinando disagi per le famiglie e pericoli per gli automobilisti in transito”. E conclude: “ Va tutelata l’utenza che ha regolarmente pagato il servizio e si è fatta carico, in questi anni, di tasse per i rifiuti notevolmente alte rispetto al passato”.

Cinzia Scaglione

14 dicembre, 2008

La chiesa di San Francesco. Ripartono i lavori dopo oltre 11 anni.

Consegnati ufficialmente, ieri mattina, proprio in occasione della Festa di Santa Lucia, i lavori per il completamento della chiesa “San Francesco d’Assisi”, in contrada San Bartolomeo. Dopo oltre undici anni, dunque, verrà riaperto il cantiere. Un evento cadenzato dall’accompagnamento della locale banda musicale e caratterizzato dalla presenza del sindaco Bruno Mancuso, di rappresentanti dell’amministrazione comunale, e della ditta aggiudicataria della gara di appalto e, naturalmente, del parroco della chiesa San Lucia, padre Gaetano Franchina, che da anni si batte affinché la parrocchia possa usufruire di spazi adeguati, nonché del coordinatore del movimento parrocchiale giovanile Santa Lucia, Andrea Sturniolo. Davanti allo scheletro dell’edificio, padre Franchina ha impartito la benedizione. Si tratta di una delle grandi opere incompiute della cittadina. I lavori di costruzione iniziarono nel 1997. Adesso, grazie ad un finanziamento di 3 milioni di euro concesso all’amministrazione comunale, lo scorso anno, con delibera di giunta regionale, la chiesa potrà essere ultimata. “Sono contento – dichiara il sindaco Mancuso – perché un’altra opera rimasta in sospeso per tanto tempo potrà essere portata a compimento. La chiesa rischiava di imputridirsi, esposta alle intemperie. I numerosi fedeli della parrocchia Santa Lucia e i giovani potranno usufruire presto di locali idonei. Quelli attuali non sono sufficienti neanche per assistere ad una normale funzione liturgica. Tra l’altro, la zona verrà riqualificata”. Il progetto prevede una struttura complessiva di circa 3.278 metri quadrati, con un’area interna di mille metri quadrati, in grado di contenere oltre 5 mila fedeli durante le funzioni religiose e di permettere ai giovani di incontrarsi. Attualmente, la vicina chiesetta Santa Lucia può accogliere non più di 300 persone e i ragazzi si riuniscono in sacrestia. “La ripresa dei lavori è motivo di gioia e di speranza – sottolinea padre Franchina – guardiamo con interesse ad una nuova struttura ecclesiale più accogliente e spaziosa. Sono trascorsi oltre dieci anni dall’inizio dei lavori. Molteplici difficoltà avevano bloccato le aspettative di un’intera comunità”. E ringrazia l’amministrazione comunale per l’impegno profuso e l’onorevole Totò Cuffaro, che ha fatto arrivare il finanziamento. Contento anche il coordinatore del movimento parrocchiale giovanile Santa Lucia, Sturniolo, che due anni fa avevano promosso una petizione popolare, presentata all’assessorato regionale Lavori pubblici, raccogliendo oltre mille firme, proprio per chiedere il completamento della chiesa. “Non abbasseremo la guardia fino al giorno in cui potrà essere celebrata la prima messa nella nuova chiesa”, conclude Sturniolo , con tono scherzoso, rivolgendosi al sindaco.
Cinzia Scaglione

Nella foto : il momento della consegna ufficiale dei lavori, davanti alla costruenda chiesa. Rappresentanti dell’amministrazione comunale e della ditta. Al centro, Andrea Sturniolo, padre Gaetano Franchina e il sindaco Bruno Mancuso.

Consiglieri e assessori si tassano per finanziare il Natale in città. Giorno 23 al Castello Gallego l’incontro con lo scrittore Vincenzo Consolo.

Natale all’insegna di iniziative di solidarietà, tombolate, mostre ed eventi culturali, film per ragazzi, concerti di corali e del corpo bandistico, passeggiate a cavallo per grandi e bambini e spettacoli di artisti santagatesi. L’amministrazione comunale, da qualche giorno, ha reso noto il programma delle festività. “Nonostante la carenza di risorse – sottolinea il sindaco Bruno Mancuso – abbiamo predisposto un cartellone di eventi culturali di rilievo. Abbiamo pensato anche ai bambini con attività promosse dal Comune e integrate con l’ausilio della Fondazione Mancuso. Ci saranno spettacoli all’aperto e il veglione di fine anno, in piazza, per i giovani. E’ stato fatto uno sforzo notevole per approntare un cartellone di riguardo. Sono soddisfatto”. Giunta e presidente del consiglio – fa sapere il primo cittadino – hanno devoluto l’indennità di dicembre per organizzare gli eventi natalizi. Oggi, alle 17.30, in piazza Vittorio Emanuele, vendita di oggetti artigianali a cura del Portico di Salomone. Poi, alle 19, concerto di Natale nella chiesa Madre a cura dei locali Lions Club e Rotary Club (Pro Telethon e progetti umanitari). Quindi, si riprenderà martedì, alle 18.30, al Museo dei Nebrodi, con il concerto di Natale organizzato dalla locale Compagnia dei carabinieri. E così via. Eventi culturali d’eccezione saranno l’inaugurazione del settecentesco castello Gallego, appena restaurato, prevista per giorno 20, alle 18 e l’incontro con lo scrittore Vincenzo Consolo, giorno 23, sempre al castello, alle 18. Per i bambini, invece, da domenica 21, “Santagataland parco-giochi”, in piazza Vittorio Emanuele e carrozza trainata da cavalli (a cura Fondazione Mancuso). L’amministrazione comunale premierà, inoltre, il presepe di strada più bello e la vetrina di Natale più bella.
Cinzia Scaglione
Nella foto “Vincenzo_Consolo”.

09 dicembre, 2008

Il castello settecentesco dei Gallego restituito alla fruizione della città - I videoclip.


La prima parte del videoclip (Per visionarlo clicca sul simbolo Play)

La seconda parte del video (Tour guidato - in antemprima - del castello ristrutturato)

Commenti:
RmPr2008 ha aggiunto un commento su Castello Gallego di Sant'Agata Militello 002:
Che schifo! La cosa che più fa orrore è che la distruzione del nostro patrimonio artistico viene persino pagata fior di quattrini. Cosa non si farebbe in questa nostra Sicilia massacrata per mandare al macero la bellezza che secoli di storia ci hanno consegnato! Ma non si tratta di degrado o incuria, la distruzione è stata perfino pianificata! Invece di passeggiare come delle pecore estasiate e annuire come dei coglioni di fronte al delirio di un folle, andate piuttosto a scuola, ignoranti!

Quoto in tutto RmPr2008. E' uno scempio. E' esteticamente e razionalmente inconcepibile. Questi architetti incapaci e pieni di sè, totalmente inadeguati quando si tratta di opere di recupero o restauro. Qualunque storico dell'arte con un minimo di buongusto inorridirebbe davanti a cotanta inettitudine. Immagino che le ragioni del portafoglio vengano prima di quelle del rispetto dell'arte e della storia: pensate a quanti catering s'impingueranno affittando queste IMBIANCATISSIME sale! Vergogna.

Carissimo Cirosca.
Le faccio i miei più sentiti complimenti per la realizzazione di questa video. Molto preciso e dettagliato e incluso anche di guida ( da non dimenticare ).
Complimenti.
By
Calogero Galati

04 dicembre, 2008

03 dicembre, 2008

Le palme del centro urbano e il punteruolo rosso

Sopralluogo nella cittadina ieri, da parte del Prof. Longo dell'Università di Catania (Facoltà di Agraria) accompagnato dall'Assessore Comunale all'Ambiente Paratore, per verificare l'eventuale presenza del "punteruolo rosso" nel locale patrimonio palmizio .....
Leggi tutto cliccando qui
(La notizia è riportata nel Blog santagatamilitello.blogolandia.it)


Inserisci questo Blog nel segnalibri tra i preferiti.