31 maggio, 2010

Commenti "docet". I commenti dei lettori dovrebbero servire a qualcosa. O no? La seconda parte della telenovela.

 La probabile o recente chiusura della discarica di "Bellolampo" (Pa), dovrebbe far riflettere. Meno male che ancora non si è dato l'avvio all'apertura della discarica di contrada Carbone di Sant'agata Militello (Me), altrimenti avremmo già  all'uscita del nostro casello autostradale, decine e decine di autocompattori provenienti  da Palermo e da tutta la provincia, pronti a scaricare quì, da noi!
Nel nostro "bel territorio".
Quale disgrazia peggiore?
Ma, di contro, ci avrebbero fatto incassare tanti soldini..... Avrebbero saturato subito la discarica di Carbone (penso dopo pochi giorni o settimane). Poi avrebbero costretto il nostro comune e i comuni vicini (quelli dell'attuale Ato Me1) ad andare a scaricare nuovamente a Mazzarà (nella migliore delle ipotesi) o forse peggio a centinaia di chilometri dal nostro comune con buona pace degli utenti della nostra zona che si vedrebbero nuovamente, anzi subito e prima di ricevere i benefici prospettati, aumentate le loro "già salate" bollette.
Ora continuo a trascrivere i commenti dei lettori pervenuti al Blog, con la speranza che  "comment docet". E' latino, non inglese, e significa in parole povere: "speriamo che i commenti insegnino  qualcosa a "qualcuno" o, comunque, che facciano riflettere".
Continuiamo, insieme, a leggerli ed eventualmente  a "commentare" i "commenti", compreso i miei in  risposta. Che ci volete fare: nessuno nasce "imparato" .
-----------------
paliddu 2 ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Sant'Agata di Militello. Il "Porto dei Nebrodi" ne...":
cariisimi vero è che l'opposizione non c'entra nulla con l'acquisizione di documenti ma è anche vero che però fanno il tifo, da veri ultras perchè non sapendo politicamente come affondare una amministrazione splendida sperano che venga affossata per via giudiziaria. ma questo non accadrà come al solito. continuate pure a fare la danza del celerino ma vi assicuro che la poltica è un'altra cosa. aggiungo poi che questo blog è frequentatp da giustizioalisti e forcaioli veri che tentano di confondree l'opinione pubblica e fanno circolare come gravissimi una semplice acquisizione di atti che pare una condanna e che riguarda una gara manco effettuata dal comune di sant'agata militello.
ma quante ne dobbiamo sentire ancora. atutti voi che gioite di questa cosa vi dico: rivediamno quando qualcuno sarà non inmdagato ma condannato per qualcosa.
P.S. sant'agata CRESCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
Postato da paliddu 2 in Sant'Agata Militello. "L'altra informazione" alle 10 maggio, 2010 18:04
----------------------
Continua a leggere questi e altri commenti sulla discarica cliccando su "Ulteriori informazioni"

30 maggio, 2010

I commenti dei lettori pervenuti in questo mese e che riproponiamo per una più facile lettura ( a puntate come le "telenovele").

 A giorni dovrebbe essere approvato dalla giunta e successivamente dal consiglio comunale il "Bilancio". Trattandosi di un documento importante, invito tutti: Sindaco, Esecutivo, Consiglieri di maggioranza e minoranza a fare una attenta analisi prima di approvarlo e di proporre le opportune modifiche nel caso il "funzionario" avesse commesso qualche "svista ".
Pubblico a partire da questo post, alcuni dei numerosi commenti pervenuti dai lettori e invito tutti, anche in questo caso, a rileggerli con attenzione, fare autocritica, ove ce ne fosse bisogno, e cambiare "lo spartito musicale". Quando ci si rende conto che, a seguito di un'esecuzione non perfetta o addirittura stonata, si subiscono non applausi ma fischi dagli spettatori che "pagano", conviene al maestro direttore d'orchestra o cambiare gli esecutori o cambiare spartito e sceglierne uno più facile e confacente ai "gusti" di coloro che ci guardano e poi ascoltano le "note stonate".

francesco 74 ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Sant'Agata di Militello. La maggioranza consiliare...":
- Grazie Prof.Scaglione per l'informazione, i Consiglieri di Maggioranza assieme a tutta l'amministrazione hanno toccato il fondo, come è possibile non votare la diminuzione dell'irpef, ci vuole coraggio e poca sensibilità per chi ha bisogno.
Postato da francesco 74 in Sant'Agata Militello. "L'altra informazione" alle 01 maggio, 2010 12:49 
 Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Sant'Agata di Militello. La maggioranza consiliare...":
- Vergogna Vergogna ed ancora Vergogna, Grazie continuate così, che la prossima volta vi ridaro il voto, ora voglio capire come vengono spesi i soldi pubblici.
Postato da Anonimo in Sant'Agata Militello. "L'altra informazione" alle 01 maggio, 2010 14:29
Continua a leggere cliccando su "Ulteriori Informazioni"

28 maggio, 2010

I santagatesi si meritano questo e di peggio. Hanno tradito i loro figli migliori e li hanno espulsi. E' il commento di un lettore. E i vostri?

Questo commento inserito nel post sulla discarica di contrada Carbone, è molto lungo e non posso cestinarlo in quanto lo ritengo interessante. Merita un post a parte e di conseguenza ulteriori commenti. Ecco perchè lo inserisco qui. Potrebbere essere "fonte" di ulteriori riflessioni.
Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Sant'Agata di Militello. La probabile apertura del...":

I santagatesi si meritano questo e di peggio...hanno tradito i loro figli migliori, li hanno espulsi dalla loro piccola società, offendono ogni giorno la memoria dei loro padri non sono capaci di progettare futuro...in una parola la "negazione" dell'essere umano, che non è un fast food...è fatto di memoria, di storia e di progetti coerenti con quell'entroterra culturale...Ci vuole molto a capire che si sta cancellando la storia di questo paese? Che si sta riscrivendo una storia fasulla?
Due sole osservazioni che possono sembrare provocatorie:
- qualcuno ha notato in che stato vergognoso versa il monumento dedicato ad Annibale Bianco..?
- qualcuno si chiede perchè Vincenzo Consolo, forse il migliore scrittore vivente italiano e tra i più apprezzati al mondo, viene fortemente tenuto ai margini della nostra città..come se fosse un appestato...
In quale città "normale" potrebbe capitare una cosa
simile?
I cinquantenni al potere hanno mandato in esilio i migliori talenti della nuova generazione...ci sono fior di cervelli sparsi per il mondo che in tasca conservano la carta d'identità rilasciata da questo comune...ma per loro non c'è spazio...
Cirosca ma di che parliamo?
Parliamo di discariche, di rifiuti e di ambiente?
Non sappiamo cosa fare in questo settore, quanto una cosa sia giusta o sbagliata?
Sembrerà strano ma questo paese ha partorito anche qui un uomo d'eccellenza...un trentenne che ha già collaborato ed insegnato nelle università di mezza Europa (Irlanda, Germania, Inghilterra)....e non solo ...con una esperienza incredibile nel settore delle Energie rinnovabili, dell'ambiente e dei rifiuti...
A Sant'Agata però gli abbiamo fatto fare il lavapiatti e il cameriere....e questo è il vero scandalo...
....e sarebbe il caso finalmente di uscire definitivamente dal gioco al massacro della contrapposizione....i problemi di cui parliamo sono problemi della comunità, ancora stiamo a parlare di maggioranza e opposizione ....ma per favore.... perchè non chiedete al sindaco Mancuso e ai suoi fedelissimi per chi votarono nel 1999...Scurria e Travaglia quale candidato sostenevano? E Vicari e Starvaggi che oggi si "amano"...qualche anno fa? Per non parlare di certi consiglieri ed ex consiglieri comunali capaci di giravolte spaziali incredibili....
Che senso ha inserire certi dibattiti nell'ambito di una contrapposizione così sterile, così mutevole, così insignificante?
Il problema non è l'attuale maggioranza o quella di ieri...a limite neppure quella di domani..
.E' invece quale progetto i santagatesi saranno in grado di darsi per il loro futuro...e questo progetto o non esiste...o è un progetto per pochi e nell'interesse di pochi...Mentre questo paese è nato e si è sviluppato al contrario con gesti di grande generosità (le donazioni della famiglia Zito solo per fare un esempio)...stiamo tradendo la nostra storia...

Sant'Agata di Militello. La probabile apertura della discarica di contrada Carbone spiegata ai giovani col contributo dei fumetti sui "Promessi Sposi"

" Help me" (Aiutatemi). Volevo cercare di spiegare ai giovani e ai vecchi, agli elettori, ai cittadini santagatesi, la "grande iattura" che verrebbe a colpire (tra le altre tante disgrazie) questa nostra cittadina. Nel "caricare" le immagini sul Blog ho fatto una gran confusione. Aiutatemi a mettere in ordine progressivo le foto.

27 maggio, 2010

Sant'agata di Militello. Il sondaggio, considerazioni e commenti. Della discarica di contrada Carbone ne riparleremo ancora nei prossimi post.

Avrei voluto e vorrei scrivere su questo Blog solo di cose belle e "gloriose" (come dell'Antologica di Santomarco, attualmente in visione al Castello Gallego, di attività culturali o della realizzazione di grandi opere) che riguardano la cittadina  che mi ha ospitato sin dalla mia infanzia e continua ad ospitarmi (anche se qualcuno vorrebbe cacciarmi via.
Mi riferisco all'E_mail di quel lettore che voleva "mandarmi a quel paese" ! ).
Ma mi sarà concesso di scegliere? Penso proprio di no.
Mi sembra, invece,  improduttivo e poco coscienzioso nascondere, con un dito, il sole ( o meglio la verità).
La verità è che,da sempre, per apatìa, disinteresse, ignoranza, per poca attenzione o poca avvedutezza da parte degli amministratori del passato e del presente, il nostro paese è precipitato in un baratro che si va facendo sempre più profondo e dal quale nessuno potrà più

sollevarci.
Il divario che ci separa da qualche altra cittadina, a noi vicina, e non solo, si va facendo sempre più ampio e sarà ormai impossibile colmarlo.
Intanto la credibilità, la popolarità dell'attuale amministrazione va sempre più diminuendo. Il voto d'opinione diventa sempre più ampio e, di contro,  meno accessibile quello per amicizia, di parentela  o clientelare.
La dimostrazione è il sondaggio, "con paletti", che è ormai scaduto e che poneva ai lettori questo quesito:
"L'attuale Amministrazione sta operando bene e nell'interesse dei cittadini ? "
I votanti hanno risposto:
Si : 19 %
No : 43 %
Forse : 12 %
Non li rivoterei : 53 %
Clicca su "Ulteriori informazioni" per continuare a leggere il post e i successivi commenti.

25 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Una discarica in contrada Carbone? I consiglieri di minoranza (sempre il solito quintetto) chiede "lumi" al Sindaco. Chiuso Domenica il sondaggio sull'Amministrazione in carica.

L'amministrazione Mancuso e in prima persona il sindaco, probabilmente, passerà nella "storia politico-amministrativa" di questa cittadina per alcuni atti importanti, qualcuno direttamente prodotto, altri perchè sono stati la logica continuazione di progetti e iniziative di altri uomini (compreso i vari commissari regionali) che si sono avvicendati, nel corso degli anni, per amministrare questa cittadina. Che dire del porto, della circonvallazione, della Chiesa San Francesco, del lungomare ed altre che non mi sovvengono? Sono incompiute che, grazie all'amministrazione Mancuso, si stanno completando.
Sarebbe un'ingiustizia, però, se lo storiografo dovesse dimenticare l'opera "principe" e per la quale, anche a costo della propria reputazione e della perdita di credibilità politica futura, sta impegnandosi al massimo il nostro "primo cittadino". La "discarica" da realizzare a Sant'Agata Militello dovrebbe essere il "fiore all'occhiello" per il benessere immediato (economico, occupazionale e turistico) di questa cittadina. Farà incassare al Comune un "sacco" di soldini e i cittadini pagheranno di meno per lo smaltimento.
Gli unici inconvenienti:
Forse inquineremo il terreno, il confinante torrente, le falde acquifere, vedremo volteggiare una miriade di uccelli sul cielo che la sovrasterà, il fetore inonderà le case e le attività artigianali più in basso (forse anche la zona artigianale). E che dire dell'inquinamento dovuto al passaggio dei camion di mezza Sicilia che con più corse al giorno dovrebbero venire a portare "'oro" nel nostro paese e ammorbare con i gas di scarico il primo strato  atmosferico che ci sovrasta? Forse starete tutti bene (io forse, prima di tale iattura non ci sarò più)!
Il giornalista Emilio Fede (sponsor ufficiale di Berlusconi e conduttore del TG4) direbbe: "Attentato !".
Io invece dico: "Ha tentato o meglio sta ritentando". Ci riuscirà? Staremo a vedere. Intanto anche questa volta il nome della zona è malaugurale: La prima era "Contrada Oliva" ed ha portato "scalogna" (E si perchè le olive producono olio e l'olio se versato porta "iella". La seconda, "Contrada Carbone", non è da meno. Se non ricordo male, si diceva ai bambini discoli o monelli: "Ti farò portare dalla Befana "il carbone" e non i regali". I cittadini di Sant'Agata cosa faranno portare o porteranno al Sindaco Mancuso quando concluderà il suo mandato? Che genere di regalo? Il carbone o altro?
Io inviterei tutti i miei concittadini a risparmiare e a prenotare (ordinandolo), fin da adesso, una tonnellata di carbone oppure altri regali (fate voi). Mi sembrerebbe ingiusto "premiare" solo il sindaco. E agli assessori niente? E ai consiglieri di maggioranza?
Ma non mettetevi in testa (per non fare particolarità) di fare regali  anche ai cinque consiglieri di minoranza ! Loro non meritano niente (neanche il carbone). Sono peggio dei bambini monelli e dispettosi: "rompono continuamente le scatole (pardon, volevo dire le uova nel paniere) e non lasciano lavorare in "santa pace" gli attuali amministratori che stanno facendo moltissimo nell'interesse dei cittadini e della nuova e futura generazione." Un lettore del Blog ha scritto "questo è un paese senza avvenire". Speriamo che le sue previsioni siano errate come lo sono certi "bollettini metereologici".
Prima di scrivere questo "pezzo" (scusatemi amici giornalisti se lo chiamo così, anche se giornalista ufficialmente non sono), cercavo di fare "intendere" a "qualcuno" che, chi "comunica" con gli altri e con qualsiasi mezzo, dovrebbe avere "indipendenza" e "onestà intellettuale". Io presumo, l'indipendenza,  di averla (non dipendo da nessuno e non ho ne editore, ne sponsor che mi pagano per la pubblicità) e nella mia vecchia veste di "educatore" ho cercato di inculcare il rispetto della legge e l'onestà intellettuale in tutti i miei alunni. Con qualcuno ci sono riuscito, con altri un pò meno. Mi rendo conto, però, che nessuno è perfetto ( e quindi neanche io ).
Mentre "sciorino" le mie idee, apprendo dalla stampa che, dovendo i comuni del comprensorio e dell'Ato Me1, "dare"qualcosa alla collettività amministrata, Capo D'Orlando ha fatto richiesta alla Regione di un finanziamento per la costruzione e realizzazione di un "impianto di compostaggio". Non penso avrei avuto qualcosa da ridìre se la proposta fosse stata fatta dal comune di Sant'Agata. Così come non avrei avuto niente da dire  su eventuali altri tipi di impianti di trasformazione o lavorazione dei RSU (redisui solidi urbani). Cavolo ! Ma perchè proprio il mio comune deve diventare la pattumiera di mezza o di tutta la Sicilia? Ma lasciamo questa opzione a qualche altro comune della zona ! Almeno che non ce la impongano (ed anche in questo caso l'amministrazione e i cittadini non dovrebbero rimanere inerti). Se foss'io l'amministratore di questo comune due cose non farei nel mio territorio: la discarica per tutti i comuni e il "Termovalorizzatore".  (cirosca)
Il "Tam tam" inizia. Neanche il tempo di mettere in rete questo post e già viene ripreso da altri siti e da altri Blog (vedi foto a sinistra, che potrete ingrandire cliccandoci sopra). E' stato ripreso subito da "Impact Zero - Tutto quello che devi sapere sulla Energia Pulita". Mi accorgo solo oggi che il sondaggio  sull'Amministrazione Comunale si era chiuso automaticamente. A farmene accorgere è stato il redattore di GL Press  (Giuseppe Lazzaro) che riporta i risultati sul suo sito. Intanto una precisazione: questo Blog  riporta anche articoli scritti sulla stampa dalla giornalista-pubblicista Cinzia (mia figlia) solo per informare i lettori di fuori zona che non possono acquistare i giornali locali. Ma è curato integralmente da me.
Informazioni sul sondaggio:
  • Dallo stesso computer non poteva essere espresso più di un voto e qualcuno se ne è lamentato.
  • Il gestore del sondaggio ( e sarei io) non avrebbe potuto votare in nessun modo. (L'indirizzo IP e il nome della "macchina" impresso sulla memoria del PC lo avrebbe impedito)
  • Non avevo e ho eccessiva fiducia nei sondaggi ma, come gli exit pool, possono avere un valore indicativo e non assoluto.
Ecco l'esito del sondaggio (che GL Press) ha riportato, purtroppo,  prima di me e con commenti. E' certo che l'esito esprime, al momento, l'umore dei lettori.
Alla domanda:
"L'attuale Amministrazione sta operando bene e nell'interesse dei cittadini ? "
I votanti hanno risposto:
Si : 19 %
No : 43 %
Forse : 12 %
Non li rivoterei : 53 %
Continua a leggere cliccando su "Ulteriori informazioni". Potrai anche lasciare commenti, ma per favore firma, possibilmente col tuo vero nome.

24 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello Ancora sul porto. Altra interrogazione al Sindaco dai consiglieri di minoranza.

Altra interrogazione sul procedimento amministrativo relativo al Porto dei Nebrodi. I consiglieri di minoranza la inviano al Sindaco e al Presidente del Consiglio. E' probabile che l'argomento venga trattato prestissimo nell'aula consiliare e con la risposta del Sindaco. Intanto gli uffici preposti hanno rilasciato alla stampa alcune dichiarazioni che, in fondo a questa pagina, sottoponiamo all'attenzione dei lettori, integralmente così come riportate sul Giornale di Sicilia di ieri.
(continua a leggere cliccando su "Ulteriori informazioni")

23 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Nino Santomarco. Mostra Antologica "Sicilia, teatro del mondo". 40 anni di attività del Maestro.

Inaugurata ieri, al Castello "Gallego" la Mostra Antologica "Sicilia, teatro del mondo". Quaranta anni di attività del Maestro Nino Santomarco. Al tavolo di presentazione della "Mostra Antologica", il sindaco Bruno Mancuso che da "anfitrione" ha dato il benvenuto ai relatori e successivamente ha passato il microfono al Prof. Aldo Gerbino che ha anche curato la presentazione  contenuta all'interno della "brochure" distribuita ai visitatori della Mostra. E' anche intervenuto, il grande e famoso Antonio Presti che continua a far discutere tutto il mondo con le sue "provocazioni" d'arte, lasciando e facendo lasciare "impronte" in tutta la Sicilia. Al tavolo dei lavori l'Assessore Filippo Travaglia e l'Assessore Scurria. In sala tanti artisti noti e famosi e altri meno noti. Un pubblico attento e raffinato ha fatto da cornice nel Salone del Castello, ed ha applaudito questo nostro concittadino che con la sua arte e i suoi lavori continua ad attirare l'attenzione sul nostro territorio e in quello nebroideo. Anche un altro illustre santagatese Vincenzo Consolo, in un suo scritto dedicato a Nino Santomarco rintraccia nei suoi lavori "reliquie di natura e paesaggio" ormai obliate.Per il suo "quarantesimo" compleanno artistico, l'autore di questo Blog ha voluto "regalare" al grande amico Nino questo videoclip che mi auguro vorrà gradire. (cirosca)   Clicca su "Ulteriori informazioni" per visionare il video e leggere o inserire commenti.

22 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Casting Event al Castello Gallego. I provini per attori del film "Il paese delle piccole piogge" con Maria Grazia Cucinotta.


Giovani e meno giovani, ragazze e ragazzi ma anche bambini accompagnati dai genitori, hanno affollato ieri la  Sala del Principe del  "Castello Gallego" di Sant'Agata Militello. Erano circa duecento (ma non sono riuscito ad avere i dati esatti) tutti disponibili a sostenere il provino che, se superato, aprirà loro la porta per partecipare al film-tv "Il paese delle piccole piogge", protagonista Maria Grazia Cucinotta. Nel film l'attrice messinese, indosserà i panni della moglie di un potente boss mafioso che viene ammazzato. La donna, dopo l'uccisione del marito, fugge dalla Sicilia e si reca in Kenya alla ricerca di una nuova idendità. E' proprio in Africa che, assistendo bambini, diseredati, malati di Aids, riesce a realizzarsi. Nel corso della sua permanenza nella sua nuova veste,  conosce un medico e se ne innamora. La donna a quel punto, decide di investire tutto il suo patrimonio nella costruzione di ospedali, scuole e centri sociali. Il produttore Andrea Iervolino, assicura che il primo ciak verrà dato nel prossimo mese di luglio. Ma non è tutto. "La Sicilia, ed in particolare i Nebrodi, faranno da location per il nostro film tv - dichiara alla stampa Michele Ainis che con Antonio Di Stefano rappresenta la Siciliaest - Siamo fortemente convinti che, come avvenuto per il commissario Montalbano, i luoghi dove sarà girato il film avranno una notevole ricaduta sotto l'aspetto turistico." Le riprese a Sant'Agata Militello, si gireranno a Luglio, mentre le successive riprese (quelle in Kenya), probabilmente a fine anno.
Per motivi tecnici-organizzativi non è stato possibile riuscire a completare i provini a tutti gli iscritti. La produzione si scusa con i partecipanti e ci fa pervenire questa comunicazione:
" Michele Ainis May 22, 2010 at 11:37am
Oggetto: Ringraziamo tutti i partecipanti al Casting Event
Ringraziamo tutti i partecipanti al Casting event di Venerdì 21 - Film per la Televisione "Il Paese delle Piccole Piogge" con Maria Grazia Cucinotta.
Ci scusiamo con chi non è stato provinato per motivi di tempo.
Organizzeremo un altro appuntamento casting tra un mesetto circa sempre in un comune della provincia di Messina.
Un particolare ringraziamento al Comune di S.Agata di Militello che ci ha ospitato nella spendida cornice del Castello Gallego, i fotografi ed i tecnici tutti.

FilmCommission SiciliaOrientale Michele Ainis "

21 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Il Questore di Messina, Vincenzo Mauro, inaugura la sede della locale sezione dell' Associazione Nazionale Polizia di Stato.

Inaugurata, ieri mattina, alla presenza del questore Vincenzo Mauro, la sede della locale sezione Anps (associazione nazionale polizia di Stato), in via Cosenz. Presenti anche il vice presidente nazionale dell’associazione, Giuseppe Chiapparino, il presidente provinciale Nicola Gira, il dirigente del locale Commissariato di pubblica Sicurezza Francesco Picardi, nonché il sindaco Bruno Mancuso, il capitano della locale Compagnia dei carabinieri, Mario Costarelli e il parroco Daniele Collovà. (Continua a leggere cliccando su "Ulteriori informazioni" )

20 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. "Il Parco degli Ulivi" resterà di proprietà del Comune e verrà valorizzato. Approvata all'unanimità la proposta dei consiglieri di minoranza.

 I consiglieri di minoranza Calogero Maniaci, Calogero Carrabotta, Antonino Blandi, Giuseppe Puleo e Calogerino Indriolo, riescono ad ottenere la non alienazione del "Parco degli Ulivi", o meglio,  il consiglio comunale approva all'unanimità la mozione presentata dalla minoranza. Ancora una volta il sindaco, quindi, fa marcia indietro e riconosce che il "Parco degli Ulivi" non si tocca e non va inserito tra i  beni da alienare o cedere a privati. Nell'apposita sezione del Blog (quella relativa alla rassegna stampa) sono andato a rileggermi quanto dichiarato dal primo cittadino al "Giornale di Sicilia" di Venerdì 9 Aprile, a seguito della pubblicazione della mozione relativa al Parco.
Al Giornale il sindaco dichiarava::
“si parla di valorizzazione di un bene importante nel centro urbano e non di alienazione, concetto completamente diverso”. “Significa - spiega - che un privato lo può acquistare per fare uno zoo, un parco, un centro di ricerca. Così com’è, di sicuro non va bene, perché è un bene inutilizzato dalla cittadinanza e difficile da gestire da parte del comune. Quindi, abbiamo deciso di proporre una forma di valorizzazione al consiglio comunale, che poi deciderà come, quando, perché e cosa farne” e continuava: “il consiglio comunale è sovrano in queste scelte, non ratifica decisioni del sindaco o dell’amministrazione. Sono proposte che l’amministrazione fa e che in grande democrazia il consiglio comunale, organo eletto dai cittadini, decide. Concludeva dicendo: “la proposta è nata perché il Parco degli Ulivi è un contenitore in questo momento vuoto, non ci sono strutture, non viene utilizzato e né l’amministrazione comunale ha le risorse necessarie per poterlo utilizzare”.
E tutto il consiglio comunale, forse anche questa volta "suggestionato" dalla nuova presa di posizione del sindaco, ha deciso: "Il Parco degli Ulivi" non va alienato, ma va valorizzato inserendo all'interno di questo contenitore delle attrattive valide per renderlo fruibile e frequentato.
Non so quanto abbia influito la mia proposta di riconvertire l'area a zona per l'edificazione del nuovo "Palazzo Municipale". E' certo, e ne sono sicuro, che ho tagliato le gambe a successive proposte di edificazione da parte di privati o Enti pubblici. Questo, in fondo, è quello che volevo. Ed è quello che volevano i cittadini (vi invito ad ascoltare, in coda a questo post,  l'intervista da me videoregistrata ad una turista, in occasione della "sommossa popolare" relativa all'abbattimento degli alberi di Piazza Duomo).
Intanto, oggi, sempre al "Giornale di Sicilia", il sindaco dichiara: 
Si è parlato di valorizzazione di un bene importante nel centro urbano e non di alienazione. E  aggiunge: “tra l’altro, non si può vendere perché in passato è stato ottenuto un finanziamento regionale (di 750 mila euro). E poi si tratta di un terreno agricolo, dalla cui vendita non ricaveremmo più di ventimila euro. Non ci sarebbe nessuna convenienza per il Comune”.
Sempre dal Giornale di Sicilia, apprendo che ieri e cioè prima di presentarsi in consiglio,  il primo cittadino, nonché vice presidente del Parco dei Nebrodi, si è recato presso la sede di Palazzo Gentile per raccordarsi sull’argomento con i funzionari e con lo stesso commissario straordinario del Parco. “Stiamo cercando di trovare la soluzione migliore per rendere nuovamente fruibile il Parco degli Ulivi. Ho pensato che si potrebbe realizzare un percorso naturalistico floreale all’interno dello stesso, mettendo le specie presenti all’interno dell’area protetta. E’ un’idea che stiamo sviluppando. Intanto, dobbiamo anche effettuare interventi di pulizia e sistemazione”. La giornalista chiede: "Verrà gestito dal Comune o affidato a qualche associazione locale?" e il sindaco risponde:  “La gestione da parte del Comune è impensabile, sarebbe troppo difficoltoso. Faremo un bando, un concorso di idee e vedremo”.
Ora ascoltate i pochi secondi dell'intervista.



17 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Interrogazione al Sindaco sull'innerbamento dell'impianto "B.Fresina" presentata dai consiglieri di minoranza Maniaci, Carrabotta, Puleo.

Interrogazione al Sindaco sull'innerbamento dell'impianto "B.Fresina" presentata dai consiglieri di minoranza Maniaci, Carrabotta, Puleo.
Sempre i "soliti" ! Ma possibile che i consiglieri di maggioranza non si accorgano di nulla ( e cioè di tutto quello che a Sant'Agata non va e non è stato fatto e potrebbe essere fatto )? Perchè, si chiede la gente, non vedono, non sentono e non parlano ?
E mi dispiace dover dare voce, in questo Blog, solo all'opposizione. Una canzone molto nota nel mio periodo giovanile (forse l'autore delle parole era Bixio) così diceva: "E' primavera, svegliatevi bambine.... ", io parafrasando suggerisco: "E' primavera, svegliatevi consiglieri.... ".
Trascrivo integralmente l'interrogazione.

" Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio


Oggetto: Interrogazione sull’inerbamento dell’impianto "B. FRESINA"

Premesso
Che nei programmi elettorali di questa Amministrazione, fin dal 2005, era compreso l’inerbamento del terreno di gioco dell’impianto sportivo B. FRESINA; ( clicca su "Ulteriori informazioni" per leggere tutto e postare "commenti" )

13 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. "Parco degli ulivi" e "Palazzo Comunale dei servizi". Del Parco si parlerà nel prossimo consiglio comunale. Per leggere o scrivere i commenti clicca su ulteriori informazioni.

Esiste, se la memoria non mi inganna, un progetto di massima, redatto dall'Architetto Giuseppe Marotta (figlio del mio collega Gaetano che purtroppo non c'è più e della collega Barbuzza), che lo aveva ripreso da un precedente progetto redatto dall'Ingegnere Marotta (zio dell'architetto Giuseppe). Era stato redatto su incarico del sindaco pro-tempore Leone Fabio.
Vige la consegna del silenzio e non mi è stato possibile acquisire informazioni precise dall''ambito tecnico-professionale e nessuno vuole "sbottonarsi" o nessuno ricorda più niente. Il progetto "de quo", direbbero gli avvocati, era stato approvato in linea tecnica anche dal Genio Civile di Messina ed era stato localizzato ad est dell'ingresso principale del "Parco degli ulivi" che come tutti sanno è attualmente di proprietà del Comune. Quindi anche il terreno adiacente (vedi le due foto) dovrebbe essere di proprietà dello stesso Ente.
Il progetto redatto dai Marotta (zio e nipote) doveva essere e dovrebbe essere conforme al "Piano Regolatore Generale" che, seppur scaduto, è attualmente utilizzato, presumo con apposite varianti, per la costruzione di nuovi fabbricati.
Risulta quindi palese che quest'area (dove attualmente esistono i ruderi del Parco degli ulivi) è attualmente di proprietà del Comune che vorrebbe cederla a terzi, non capisco ancora bene, sotto quale forma e cioè se in gestione, in comodato d'uso o altro. Questo è uno degli argomenti che verrà trattato nel prossimo consiglio comunale di martedì 18 maggio.
Dalle pagine di questo Blog vorrei lanciare una "proposta" che forse sarà considerata "indecente" o fatta da "incompetente". (continua a leggere cliccando su "Ulteriori informazioni")

11 maggio, 2010

Sant'Agata di Miitello. Convocazione del Consiglio Comunale. Quindici i punti all'O.D.G. - Alcuni forse richiederanno l'intervento dei pompieri !

Ben 15 i punti che dovrebbero essere trattati nella seduta del Consiglio comunale non urgente fissato per martedì 18 maggio con inizio dei lavori alle ore 18,00. Tutti i punti, tranne qualcuno, avrebbero meritato una approfondita trattazione in separata sede e non in consiglio, dove mi auguro, al di fuori di sterili polemiche, maggioranza e minoranza trovino un accordo nell'interesse della cittadina e dei suoi abitanti.
Un fatto è certo: Quando gli interventi diventano lunghi e rissosi si fa semplicemente spettacolo e nella città basta un solo teatro (l'Aurora). Gli altri "teatrini" è meglio non farli anche perchè mancano gli spettatori.
Nella sala consiliare pochi posti e sedie vuote. I santagatesi, i pensionati, i giovani, gli anziani vorrebbero risolti, e nel più breve tempo possibile, i problemi di tutti i giorni. Se ne fregano del porto, del turismo, del ponte sullo stretto, anche perchè  qualora venissero realizzati e prima di farli entrare a pieno regime, la maggior parte non sopraviverà per vederli e i giovani dovranno, nel frattempo, trasferirsi nei territori in cui Bossi la fa da padrone. E quì  (nel Veneto e regioni vicine) se vorrano trovare lavoro, dovranno adattarsi e nonostante la loro "laurea", saranno costretti a fare i lavori che oggi fanno gli extra-comunitari che il bravo Bossi manderà nei paesi d'origine. Come diceva qualcuno nei commenti su altro post: " ... questo è un paese senza avvenire". Dunque rassegnamoci oppure .... no ! Ma anche io, come qualche altro, comincio ad avere le idee confuse. So solo che chi è ricco diventa sempre più ricco, i poveri diventano poverissimi e il ceto medio (ed io penso di rientrare in questa categoria) che prima stava bene, ora è costretto a farsi bene i conti, a contenere le spese altrimenti passa nella categoria "i nuovi poveri".
Scusatemi lo sfogo che la classe politica locale, provinciale e regionale dovrebbe saper interpretare (ma vi prego non fate gli attori e non recitate ancora !). Le vostre sono solo "Opere buffe".
Ah !! Dimenticavo. Regalo nuovamente la mia clessidra al Presidente del Consiglio (nel caso dimentichi la sua a casa) affinche la possa adoperare con l'oculatezza, l'intelligenza e la signorilità che in più occasioni lo hanno contraddistinto. Per dirla in parole povere: "Presidente Barone, applichi alla lettera il regolamento e non metta i numerosi cittadini ( e cioè solo me perchè presumo che le sedie anche questa volta restaranno vuote) in condizione di andarmene  allo scoccar delle 20".
Continuate a leggere la "Convocazione del Consiglio comunale" cliccando, come al solito, su ULTERIORI INFORMAZIONI.

10 maggio, 2010

Sant'agata di Militello. Villa Falcone e Borsellino. Manifestazione conclusiva della "Nebrodiade 2010". Il corteo degli alunni, per una errata scelta del percorso, ha creato caos e ingorghi stadali. Automobilisti bloccati per oltre mezzora.

 Il "Primo Circolo Omnicomprensivo di Sant'Agata Militello" (Scuola dell'infanzia Capita - Scuola primaria Capuana - Scuola Secondaria Cesareo) diretto dal Dirigente Simonella ha aderito al progetto “Nebrodiadi 2010". Oggi, all'interno della "Villa Falcone e Borsellino" ho assistito con piacere ma anche fortemente irato, alla conclusione di questa  manifestazione che, nel decennale della sua edizione, ha voluto “celebrare” quel grande ed esaltante momento aggregante di discenti, docenti, personale tecnico e genitori, in continuità con gli ideali che, a partire dall’Istituto Comprensivo di Rocca Caprileone, hanno ispirato le alte varie edizioni.
Per leggere tutto e scrivere commenti, clicca su "Ulteriori Informazioni" qui in basso.

Sant'Agata di Militello. Lavori di costruzione di porti. Il Bando di Gara pubblicato il 27 Aprile sulla "Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea".

27/04/2010    S81    Stati membri - Lavori - Avviso di gara - Procedura aperta 


I-Sant'Agata di Militello: Lavori di costruzione di porti
2010/S 81-121106
BANDO DI GARA
Lavori
SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO
Comune di Sant'Agata di Militello
via Medici 259
All'attenzione Dott.ssa Rosalia Fontana
98076 Sant'Agata di Militello
ITALIA
Telefono +39 0941709402
Posta elettronica: liafontana@virgilio.it
Fax +39 0941702754
Indirizzo(i) internet
Amministrazione aggiudicatrice www.comune.santagatadimilitello.me.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati
Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati
I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITÀ
Autorità regionale o locale
L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici No

07 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Il "Porto dei Nebrodi" nel mirino dei ROS. I militari dell'Arma hanno acquisito la documentazione relativa agli incarichi di progettazione e gli atti sull'appalto del bacino.

      Il Raggruppamento operativo speciale dell'Arma dei Carabinieri, meglio conosciuto con l'acronimo ROS, sembra abbia acquisito, un paio di settimane fa, tutta la documentazione relativa alla progettazione e alla gara di appalto di completamento del bacino portuale.
Il bando di gara definitivo sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea il 14 maggio. A gestire il procedimento da 48 milioni di euro sarà il Comune e non l'Urega.
Avevo avuto sentore della "visita" dei Ros lo stesso giorno. Nei piccoli comuni come il nostro niente può sfuggire all'occhio attento dei cittadini e poi esistono anche gli "informatori" che qualcuno chiama anche "uccellini".
Non l'ho riportata ( e si sono guardati dal farlo i corrispondenti dei quotidiani e le Tv locali ) presumo per non "disturbare" eventuali provvedimenti e provocare "allarmismi".
Mi dispiacerebbe, oggi,  se questa visita dovesse ritardare la gara e l'inizio dei lavori.
Ma la  notizia è ormai di dominio pubblico. E' stata pubblicata sul settimanale "Centonove" di questa settimana in vendita nelle edicole. Per i lettori più sprovveduti del Blog vorrei precisare che il ROS è l'unico organo investigativo dell'Arma con competenza sia sulla criminalità organizzata che sul terrorismo e dipende direttamente dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri.
Riporto, tra virgolette, la parti più salienti dell'articolo che è a firma di Gianfranco Cusumano e rimando il lettore che vuole approfondire a comprare, in edicola, il settimanale uscito oggi 7 maggio.
Per continuare a leggere il post clicca su "Ulteriori informazioni". In fondo alla pagina potrai lasciare un commento (ma firmalo con un nome)

06 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. I sindacati si inseriscono nei cerchi concentrici provocati dal "sassolino" lanciato dai consiglieri di minoranza. Ottengono la promessa di esentare dall'addizionale Irpef le fasce deboli e povere. Pubblichiamo il contenuto di un volantino che circola in città.


I consiglieri di minoranza Maniaci, Puleo, Carrabotta lanciano il sassolino nell'acqua stagnante della politica locale santagatese. Lo fanno in difesa degli elettori e dei cittadini santagatesi. Chiedono la riduzione dell'addizionale Irpef.
In uno dei  cerchi concentrici provocati dal "sassolino" si sono inseriti i sindacati che, solo oggi, si accorgono delle difficoltà in cui "nuotano" le fasce più deboli, gli anziani, i disabili, i pensionati, i "nuovi poveri" (quelli che prima vivevano discretamente con le loro pensioni o con i loro stipendi e che oggi si trovano in difficoltà). Riescono a strappare al sindaco qualche promessa che non sappiamo se verrà mantenuta.
Ecco quello che "estraggo" dal Giornale di Sicilia di oggi:

05 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. I componenti del circolo nautico "Amici del mare" e il presidente Ninì Barbuzza chiedono al sindaco precise garanzie sull'occupazione del porto.

Garanzie nell’ambito della futura pianificazione del porto. Le hanno chieste al sindaco Bruno Mancuso i componenti del circolo nautico “Amici del mare”, che ieri mattina si sono recati a Palazzo Crispi. Erano presenti il presidente del circolo Ninì Barbuzza, il suo vice Nino Morabito e i componenti del direttivo Giovanni Petronaci, Giovanni Calabrò e Ignazio Sindoni, nonché il tecnico Enzo Catania. Un confronto voluto dal circolo e finalizzato ad ottenere precise garanzie in merito alla futura salvaguardia delle attività dei diportisti. E’ già stato pubblicato il bando per il completamento della struttura portuale, grazie ad un ulteriore finanziamento di 48 milioni concesso dalla Regione. Nell’immediato, invece, occorre stabilire delle “regole di convivenza” per l’espletamento dei lavori di dragaggio. “Stiamo stati autorizzati ad effettuare i lavori di dragaggio all’interno dello specchio d’acqua del porto, per ridurre il fenomeno dell’insabbiamento (a fronte di un recente finanziamento concesso all’amministrazione comunale) – afferma il sindaco Mancuso – ma, il circolo ha l’autorizzazione per il campo boe (ormeggio con una serie di boe). Quindi, ho convocato per venerdì, alle 11, una conferenza dei servizi affinché si possano trovare delle soluzioni idonee di convivenza tra il campo boe e le attività di dragaggio”.

04 maggio, 2010

Consigli comunali santagatesi, consiglieri, riduzione aliquota addizionale Irpef e commenti dei lettori. I miei commenti e le mie risposte. Un riassunto.

 La mancata approvazione della proposta, avanzata dai consiglieri di minoranza Maniaci, Puleo, Carrabotta, di riduzione dell'aliquota sull'addizionale comunale Irpef sta suscitando in paese un gran "parlare". Non riesco più ad uscire di casa senza essere bloccato,  oltre che da amici, da gente che non conosco. Ammetto pubblicamente  che hanno ragione di lamentarsi (ma non devono farlo con me, ma con coloro che, per amicizia, per parentela o per riconosciuta capacità e correttezza, loro stessi, hanno votato). 
Vero è, che alcuni "provvedimenti", adottati dall'attuale amministrazione sono il frutto di decisioni prese a loro insaputa, ma è anche vero che il consiglio comunale (e cioè i consiglieri che avete votato) è un organo, oltre che propositivo anche di controllo. Io ben poca cosa posso fare con il mio Blog.
Al pensionato e agli altri, che mi hanno "sciorinato" i problemi, le ambasce quotidiane che sono costretti a subire, dico loro che spero di poter mettere nero su bianco quanto prima. Può darsi che "qualcuno" leggendo il Blog possa prendere "coscienza" di quanto sta accadendo nel nostro paese e porvi, nei possibili limiti, il rimedio più opportuno.
Per una più facile consultazione e per venire incontro a chi me lo ha chiesto, ripropongo alcuni dei commenti pervenuti (ovviamente non quelli censurati). Da Aldo (al quale ho censurato un commento) aspetto una risposta al mio invito a contattarmi. In coda al post troverete un link su cui cliccare per poter inserire con facilità ulteriori commenti.
I commenti pervenuti negli ultimi due post:

03 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Riduzione aliquota Irpef (addizione comunale). Il post è stato letto e riportato in rete da altri Blog....

Il mio post pubblicato ieri (domenica) è stato ripreso, segnalato  e ripubblicato da tantissimi altri Blog in rete. E' la dimostrazione che quando gli argomenti sono attuali e interessanti vengono segnalati a tutti gli "internauti".

Su "Liquida - Notizie, foto e video dai migliori Blog italiani - ", è stato pubblicato il mio post, l'intervista video a Maniaci  e il link al mio Blog. (vedi foto a sinistra)










" Digital Blog"  ha ripreso e pubblicato il mio post sul consiglio comunale del 29 aprile. ( tutte le foto possono essere ingrandite cliccandoci sopra per una migliore lettura).









"Messina Notizie" ha segnalato e pubblicato la notizia con i comunicati stampa, la cronaca e i commenti sul consiglio comunale e la non approvazione della riduzione dell'aliquota sull'addizionale Irpef.


















Su "Vikio - L'attualità dai Blog", sono stati ripresi e pubblicati i due post sull'Addizionale Irpef comunale.





In tantissime occasioni la rete "mi ha aiutato" a far conoscere, a tutti coloro che hanno un personal computer, le notizie dalla nostra cittadina.
Notizie utili e apprezzate sopratutto da chi, per ragioni di lavoro o altri motivi, vive e abita in altri paesi (nazioni) e città del mondo.




02 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. Riduzione aliquota "Addizionale Comunale Irpef", consiglio comunale, comunicati stampa, cronaca e commenti. Ma non è finita quì !

Consiglio comunale del 29 aprile 2010. Esattamente quello che all'unico O.D.G. (ordine del giorno) aveva:
- Riduzione per l’anno 2010 dell’aliquota dell’Addizionale Comunale sull’IRPEF - D. Lgs 360/98. Richiesta dei Consiglieri comunali Maniaci- Carrabotta- Puleo.
*** Se osservate in fondo alla foto (che, per una migliore visione,  potrete anche ingrandire cliccandoci sopra), nelle sedie riservate al pubblico noterete che non c'è nessuno.
Non ci sono cittadini (elettori) giovani o anziani, lavoratori o impiegati, pensionati o commercianti, ricchi o poveri o "i nuovi poveri". Non c'è nessuno della "marea" di candidati a consiglieri comunali invece presenti nelle numerose liste presentate nelle ultime elezioni comunali.
Evidentemente, forse per non essere riusciti a raggiungere la "meta" (e cioè quella di sedersi nelle poltrone più comode di consiglieri), prederiscono non fare "praticantato" per poi potersi presentare alle prossime con acquisita maggior esperienza. Forse  a quell'ora erano presi da altri impegni inderogabili (come qualche consigliere, anch'esso assente).
Solo due "spettatori": la giornalista Cinzia Scaglione del "Giornale di Sicilia" e Mario Romeo della "Gazzetta del Sud",  anzi tre (c'ero anch'io ma, in quel preciso istante, ero dietro la fotocamera). E c'erano anche due vigili (anzi vigilesse) della polizia municipale, presenti per motivi di servizio.
Mi sono sempre chiesto perchè tanto disinteresse per la politica e le sedute dei "consigli comunali", considerato che all'inizio della passata legislatura (al momento dell'insediamento del primo mandato a sindaco di Bruno Mancuso), il poco spazio a disposizione non consentiva a tutti di entrare e molti aspettavano o ascoltavano dal corridoio. Tant'è che si era deciso di tenere i consigli più importanti altrove o di trovare altra soluzione o disposizione tecnico-logistica  per l'aula consiliare.
Poi ...... il vuoto assoluto !
Io ho la spiegazione, forse plausibile, ma non voglio darvela oggi.
Ritorniamo, quindi,  alla seduta dell'ultimo consiglio comunale.
I consiglieri di maggioranza sembravano aver apprezzato, dopo la lettura della stessa, la proposta della minoranza. Poi dopo aver chiesto una sospensione di 10 minuti, rientrando in aula, non l’hanno votata considerandola, in questo momento, “non praticabile”.
C'è da sottolineare che l’assessore al Bilancio, Antonio Scurria, in aula, aveva detto:: “Il consiglio comunale è competente in materia e non deve essere eccessivamente influenzato da un parere dell’ufficio. Fermo restando che la proposta oggi è incompatibile con le attuali condizioni economico-finanziarie dell’ente. E’ allo studio dell’amministrazione comunale la possibilità di dare incarico per il censimento degli immobili presenti sul territorio ( N.d.r. - è questo il pensiero di cirosca, forse sbagliato - : "assessore, non ci sono i soldi e poi affidiamo incarichi !! E la marea di impiegati di ruolo, fuori ruolo, precari e non, che ci stanno a fare?" ). Da quando è stata approvata la riforma che ha comportato l’eliminazione dell’Ici sulla prima casa, l’ente ha già perso 374 mila euro all’anno. Le spese correnti sono al limite delle necessità. Ma, abbiamo già avviato una seria azione di riduzione delle spese superflue ( assessore, dica ai lettori del Blog quali sono queste spese superflee;  forse gli affitti dei numerosi immobili  di privati per consentire agli impiegati di cui sopra, un lavoro più comodo e redditizio, oppure le esose bollete pagate per l'energia elettrica consumata in tutti  gli uffici. per rendere più confortevole e "condizionata" la prestazione.. ) e dato incarico (questo incarico mi sta bene purchè lo si affidi ad un comune amico che sicuramente  porterà a "buon fine") ad un legale per il recupero dei crediti vantati, ad esempio, nei confronti dell’Ato Me 1”.
“L’auspicio di tutti noi consiglieri è riuscire a ridurre l’Irpef, ma in futuro – afferma Befumo - alla luce dell’attuale bilancio la proposta è impraticabile. Ciò che potrebbe fare l’amministrazione nell’immediato è incaricare ( consigliere Befumo, nonchè avvocato, anche Lei con la "mania" degli incarichi !) una società esterna di effettuare il censimento degli utenti e degli immobili presenti sul territorio comunale, per dare un contributo sia alle casse comunali che ai cittadini onesti che ogni anno pagano i tributi. Secondo il funzionario tale proposta non è attuabile, perché i conti non quadrerebbero”.
“E’ una proposta meritevole questa dell’opposizione – aggiunge il consigliere Sanna - ( meno male che almeno Lei, questa volta  non sta parlando di incarichi e capisce che ci sono altre strade per colpire gli evasori !) chiunque vorrebbe che si abbassasse la pressione fiscale sui cittadini. Per abbassarla, però, occorre una politica di recupero dell’evasione. Informo che l’agenzia del territorio sta già censendo, d’ufficio, i fabbricati ex rurali. Ha trasmesso ai proprietari una lettera di invito all’accatastamento. E per i fabbricati non accatastati, sta procedendo  con una rilevazione aerea. Di seguito, avviserà i proprietari. Quindi, il problema dell’evasione dell’Ici potrebbe essere presto risolto”.
Per rendere più lineare e comprensibile la lettura, ho scritto in blu "il mio commento", mentre,  quanto contenuto tra virgolette è l'esatta esposizione, registrata fonicamente, degli interventi dei consiglieri e dell'assessore Scurria.
E ora vi trascrivo integralmente il "Comunicato Stampa" a firma di Calogero Maniaci, Calogero Carrabotta e Giuseppe Puleo, che potrete leggere cliccando su "Ulteriori informazioni".   (cirosca)


Commenti:
Anonimo ha detto...
sig. cirosca mi dispiace dirlo ma lei non fa informazione, lei fa politica e basta dovrebbe essere chiaro e spiegare il motivo reale perchè non si puà abbassare irpef invece lei fa quello che la minoranza le dice di fare.....
cirosca  risponde.....
Caro sig. anonimo (che non ha firmato con un nome, forse per dimenticanza). E' bello, prima di prendere difese a favore dell'uno o dell'altro, poter scrivere: sono tizio, sono un consigliere comunale, sono un cittadino qualsiasi e sono molto informato, la riduzione non poteva avvenire per i seguenti motivi: ....... In ogni caso specifichi bene, in maniera che io ed i lettori possano capire. Preciso che non ho mai fatto politica, che non intendo farla e non voglio iscrivermi a nessun partito o coalizione. Cerco di fare informazione e "non pilotata" come Lei asserisce. Mi faccia un favore, direbbe Totò, prima di guardare la mia "gobba" si guardi la sua...... Credo di ricordare bene di aver letto da qualche parte: "Ognuno ha diritto a dire quello che vuole, come vuole e quando vuole, nel suo interesse e nell'interesse del proprio paese". Io sto facendo questo. (cirosca)
gianluca ha detto...
Volevo saper il motivo perchè non si può abbassare l'irpef, forse perchè in questi anni di amministrazione avete solo sperperato tutto,
giueppe l.p. ha detto...
ecco perchè mancuso prende l'80 %. perchè la genta è stufa delle solite argomentazioni senza capo nè coda e vorrebbe che ci si occupasse dei problemi reali del paese.
cirosca risponde...
Ben detto, giuseppe l.p., anche tu sei la gente (grazie per essere intervenuto). Mancuso è il sindaco e quindi il primo cittadino di Sant'agata. Eletto con il 70 o 80 % del consenso ( più alte sono le percentuali e più grande è la sua responsabilità), deve occuparsi dei problemi reali del paese (ben detto !). Quali sono secondo te e secondo gli elettori-cittadini  "i problemi reali del paese" ? Vuoi dirmeli tu? (scusami il tu, ma è più cofidenziale e mi mette in condizione di dialogare con te e con i lettori del Blog). Io ne conosco tantissimi (alcuni facilmente risolvibili, altri un pò meno). Allora cominciamo con l'elencarli e col dare (secondo te, i cittadini o i lettori del Blog) la priorità agli stessi e vedere cosa si può risolvere nel breve periodo del  "regno Mancuso". Poi ci saranno nuove elezioni e chi vivrà, vedrà. Intanto mi aspetto una tua replica.
Al commento di Aldo che così inizia a scrivere:
"Sono Aldo, un cittadino che segue molto l'attività politico amministrativa di S.Agata.
Voglio scrivere dopo aver letto i suoi commenti di un fatto che mi è molto dispiacito,...."
  rispondo che il contenuto non posso pubblicarlo,  non perchè mi manca il coraggio, ma perchè investe un episodio del quale si sta interessando altro organo dello Stato. E poi lei, carissimo Aldo, puo' benissimo mandarmi una E_mail   (cirosca@gmail.com) con lo stesso contenuto e firmandola,  oppure mi potrà telefonare al 339 3313248 facendosi riconoscere. Nel caso lei mi dimostrasse di avere questo coraggio,  potremmo discuterne  e argomentare davanti ad un buon caffè, a quattrocchi. Poi, insieme e d'accordo,  decideremo il da farsi ( e cioè se pubblicare o meno i suoi rilievi e le sue osservazioni). (cirosca)

Domenico ha detto....

Salve Professore Scaglione, sono il Consigliere Comunale Domenico Barbuzza ero assente nell'ultimo consiglio in quanto mi trovo fuori S.Agata x motivi di salute. Voglio intervenire sull'argomento della riduzione dell'IRPEF. Invito i Consigliere Comunali Maniaci, Carrabbotta e Puleo alla ripresentazione della mozione x la riduzione dell'IRPEF e senza dimenticare di individuare (nella stessa mozione ) i capitoli di bilancio dove tegliare 200.000,00 che servono x il mancato introito dell'IRPEF. Saro' con voi il firmatario di una seria mozione e non demagoggica x fare l'interesse dei cittadini. Grazie x la possibilità che mi dà Professore Scaglione. IL Consigliere Domenico Barbuzza

Calogero Maniaci ha detto...
Caro DOMENICO, intanto ti faccio i migliori auguri di pronta guarigione.
ti ringrazio per la disponibilità che accolgo con grande piacere. Purtoppo non è stato possibile dare indicazioni di capitoli di bilancio in quanto l'Amministrazione non lo ha ancora approvato. Ciò nonstante credo che nella nostra proposta erano gà indicate più risorse da modificare per dare copertura alla riduzione dell'IRPEF.
Calogero Maniaci
03 maggio, 2010 19:33

Gianluca B.B. A. ha detto...
Caro Giuseppe l.p. Mancuso Ha preso 80% dei voti perchè ha fatto il furbo, mettendo in lista un esercito di candidati.
Vorremmo capire con quale magia ha convitto tutti a candidarsi?
03 maggio, 2010 20:41


01 maggio, 2010

Sant'Agata di Militello. La maggioranza consiliare boccia la proposta di riduzione dell'addizionale Irpef.

La maggioranza consiliare boccia la proposta di riduzione dell’Irpef, avanzata dalla minoranza. In particolare, i consiglieri Calogero Maniaci (capogruppo Udc), Calogero Carrabotta (capogruppo “Riscattiamo S.Agata)  e Giuseppe Puleo (capogruppo Pd) avevano chiesto al consiglio comunale l’approvazione della riduzione, per l’anno 2010, dell’aliquota dell’addizionale comunale sull’Irpef. Gli unici quattro voti favorevoli sono stati quelli della minoranza. Il consigliere di
maggioranza Giuseppe Vitale si è astenuto. Dodici consiglieri di maggioranza hanno espresso voto contrario. Inoltre, era stata chiesta, in aula, l’integrazione della proposta con un emendamento, nel quale si faceva esplicito riferimento alla sostituzione dell’attuale aliquota di 0.80 con lo 0.50. Ma, l’emendamento non è passato. Quindi, il consigliere Maniaci ha sottoposto al vaglio del civico consesso
una richiesta di votazione palese. Anche in questo caso, l’esito è stato negativo. C’è da dire che i consiglieri comunali hanno avuto contezza del parere emesso dal responsabile dei servizi finanziari, Vincenzo Ingrassia, che, nel documento, sottolinea: “tale imposta venne introdotta con atto del 27 ottobre 2008. La riduzione di 0.30 punti dovrebbe comportare una minore entrata di circa 200 mila euro. L’aumento dallo 0.50 allo 0.80 è avvenuto con atto consiliare del 22 aprile 2007, al fine di poter sopperire alle maggiori spese istituzionali”. Inoltre, fa presente che lo schema di proposta presentato dalla minoranza non indica le spese da dover ridurre e che viene indicata quale entrata compensativa l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione, risorsa che non può trovare applicazione. Ritiene, dunque, di non potere esprimere parere di regolarità contabile favorevole. Il consigliere Maniaci ha fatto presente al civico consesso che quello del ragioniere “è un parere contabile e che non c’è valutazione politica, in quanto la compatibilità della proposta rispetto alle condizioni finanziarie dell’ente è di competenza del consiglio comunale”. “La proposta di riduzione dell’Irpef dello 0.30, per il 2010, in una situazione economicamente difficile come l’attuale, per noi era un dovere morale, un obbligo – evidenzia il consigliere Puleo, che ha depositato il proprio intervento agli atti – questa tassa colpisce le categorie più deboli. Un risparmio annuo di circa 200 mila euro, in questo momento, per tante famiglie rappresenterebbe un’opportunità, un vero e concreto aiuto, considerate anche le tante istanze di contributi che vengono presentate annualmente al Comune. Abbiamo voluto fare appello a tutto il consiglio verso un gesto di responsabilità politica e sociale, invitando, nel contempo, tutte le forze politiche a lavorare nella ricerca dei tagli per l’attuazione della proposta”. (ci.sc.)
 Fonte: Giornale di Sicilia - Articolo a firma Cinzia Scaglkne

Il mio commento:
La cronaca della seduta del consiglio comunale di giovedì 29 aprile, l'avete appena già letta o quì o sul "Giornale di Sicilia". Tra qualche ora, leggerete, sempe quì,  il mio commento (ovvero anche il commento di molti lettori, cittadini, elettori, pensionati, lavoratori).
In questo post fin'ora ci sono 10 commenti. Per leggerli o scriverne altri,  cliccate sul titolo di questo post o sulla scitta "commenti".
Le dichiarazioni del consigliere Calogero Maniaci. (Guarda il video cliccando sul simbolo "Play").